Case a Milano: spazi aperti e loft su Nikos Case

Se state cercando casa a Milano perché non optare per un loft o un open space? Sul portale di annunci immobiliari Nikos Case ci sono tante soluzioni per vivere all’insegna della contemporaneità. Spazi indivisi e recuperi di architetture industriali caratterizzano le abitazioni più originali presenti sul mercato della “capitale del nord”: Milano. Case adatte a uno stile di vita informale dove spesso gli spazi lavorativi si fondono con le zone abitative senza soluzione di continuità. Case che rispecchiano una concezione diversa dell’essere umano e del tempo.
Se gli appartamenti classici, con le loro mura divisorie, facevano della casa un luogo dove espletare un insieme di funzioni rigorosamente separate tra loro, tra cui dormire, magiare, e lavarsi, gli open space sono invece spazi organici polivalenti che rispondono all’esigenza di passare velocemente da una funzione all’altra e di svolgere più attività contemporaneamente. Così la sala può diventare zona pranzo o spazio di lavoro. La camera da letto, spesso soppalcata, diventa un ambiente più raccolto per telefonare, scrivere o meditare. E così via.
Alcuni esempi di queste soluzioni sono visionabili sul portale Nikos Case cercando “case Milano”. Le offerte sono più di 40.000, meglio quindi inserire come parametro anche: 1 stanza. Per quanto riguarda la fascia di prezzo: già sotto la soglia dei 150.000 euro si possono trovare numerose offerte di case che appartengono alla categoria dei loft o di monolocali open space.
Questi ambienti sono molto confortevoli per un single o una coppia e infatti hanno preso piede anche grazie a un dato demoscopico rilevante: a Milano, secondo l’ultimo censimento, le abitazioni sono occupate in prevalenza da due persone (463.281) o da persone singole (433.004). C’è però un altro aspetto legato alla diffusione di questo tipo di abitazioni: chi sceglie di vivere in un loft con spazi precariamente divisi, spesso lo fa con la prospettiva di condividerlo con altre persone. Quando le mura domestiche si assottigliano fino a scomparire, la condivisione degli spazi richiede un maggiore dialogo e la comunanza degli stessi principi e interessi. I primi ad apprezzare questa condizione furono gli artisti che all’inizio del secolo scorso hanno iniziato a trasformare spazi abbandonati in alloggi e atelier. E oggi il fenomeno continua, dato che le relazioni sociali sono sempre più importanti nella vita e nel lavoro, e l’individuo si sente sempre più “multitask”, un po’ come il computer davanti a cui passa svariate ore della giornata.

Nikos Case
Portale di annunci immobiliari
www.nikos.it