DANZA FUTURISTA AL MUSEO DEL VETRO DI ALTARE Performance di Anna Zamboni all’apertura della mostra “FuturAltare”

Danza futurista al museo del vetro di altare
Performance di Anna Zamboni
all’apertura della mostra “FuturAltare”

sabato 4 aprile alle ore 17.00
Luogo: Altare ( sv)  Museo del vetro

Altare (SV), 24 marzo 2009 – Una suggestiva performance di danza futurista della danzatrice e coreografa Anna Zamboni, sulle musiche di Alfredo Casella, accompagnerà l’inaugurazione della mostra ”FuturAltare” il 4 aprile presso il Museo del Vetro di Altare, in occasione del centenario del Futurismo.

La danza si snoderà in cinque sale del museo: il pubblico verrà colto di sorpresa dalla musica e, seguendola, assisterà alle performaces che via via  si snodano in sale successive.

Ispirandosi a Loïe Fuller, la danzatrice elogiata da Marinetti, Anna Zamboni propone una coreografia basata su posizioni disarmoniche del corpo, sul contrasto, sull’opposizione e sull’inusualità. I colori dominanti saranno violenti e contrastanti. Utilizzando dei cerchi di metallo, la danzatrice costruirà figure geometriche che richiamano le “ballerine” di Fortunato Depero e i costumi di André Derain. Grazie a leggerissimi veli, le forme geometriche del corpo verranno contaminate dalla dimensione dinamica della velocità, elemento  caratterizzante del Futurismo.

Colonna sonora della performance saranno “I pupazzetti” di Alfredo Casella, grande compositore, direttore e critico musicale attivo nella seconda metà del Novecento.  Si tratta di cinque pezzi di musica atonale per quattro mani, ideati nel 1918 per i “Balli plastici” di Depero.

La danza ha affascinato esponenti di primo piano del Futurismo, come Depero e Marinetti, che nel 1917 redige il “Manifesto della danza futurista”. Slegata dai canoni dell’estetica tradizionale, la danza futurista rifiuta l’armonia e la simmetria del gusto classico.  Il corpo è colto in posizioni inusuali, disarmoniche, giocando sull’opposizione e sul contrasto delle forze.

L’inaugurazione si terrà il 4 aprile alle ore 17.00 presso il Museo del Vetro di Altare (SV), in Piazza Consolato 4. La mostra “FuturAltare” è promossa dal comitato per le Celebrazioni del Centenario del Futurismo di Altare, in collaborazione con il Comune di Altare e l’I.S.V.A.V. (Istituto per lo Studio dell’Arte Vetraria Altarese).

* * *

Anna Zamboni, danzatrice e coreografa, si forma a Parigi presso l’École du Ballet-Théâtre Joseph Russillo. Si perfeziona in danza contemporanea con importanti maestri, tra cui Carolyn Carlson, Peter Goss, Dominique Dupuy, elaborando uno stile personale dalle linee sinuose e dalla grande intensità espressiva. Insegna e dirige a Milano la scuola di danza da lei fondata. Con il “Gruppo Danza Anna Zamboni” propone spettacoli in tutta Italia. Lavora come mima ballerina presso il Teatro alla Scala di Milano. E’ giornalista, scrive di danza contemporanea e balletto.

* * *

Il Museo del Vetro di Altare, inserito nello splendido edificio in stile liberty di Villa Rosa, testimonia come questo paesino dell’entroterra fosse conosciuto fin dal XII sec per l’abilità dei suoi maestri vetrai che contendevano a quelli di Murano la fama in tutta Europa. Altare conserva ancora un patrimonio di inestimabile valore da conservare, difendere, mostrare con orgoglio. Sono esposti circa 300 pezzi preziosi (anfore e caraffe, calici da messa e acquasantiere, lampade, ecc.), 1570 reperti vitrei dalle funzioni più disparate, circa 800 stampi antichi in legno e in ghisa e più di 400 strumenti per la lavorazione a mano, usati dalla fine del XVIII all’inizio del XIX sec e che oggi solo alcune botteghe conoscono e utilizzano per mantenere vive le antiche tradizioni.

(http://www.museodelvetro.org/index1.htm)

Per ulteriori informazioni:
Ufficio stampa Anna Zamboni Scuola di Danza & Movimento ,
via Paolo Giovio 16, 20144 Milano.
Candida Cereda, cell 349 6168583, e-mail candida.cereda@gmail.com
Anna Zamboni, cell 335 384884, e-mail annazamboni@tiscali.it

Sito internet della scuola: http://www.annazambonidanza.it/

Anna Zamboni

Anna Zamboni, danzatrice e coreografa, si forma a Parigi presso l’École du Ballet-Théâtre Joseph Russillo. Si perfeziona in danza contemporanea con importanti maestri, tra cui Carolyn Carlson, Peter Goss, Dominique Dupuy, elaborando uno stile personale dalle linee sinuose e dalla grande intensità espressiva. Insegna e dirige a Milano la scuola di danza da lei fondata. Con il “Gruppo Danza Anna Zamboni” propone spettacoli in tutta Italia. Lavora come mima ballerina presso il Teatro alla Scala di Milano. E’ giornalista, scrive di danza contemporanea e balletto.