Taiwan, Usa e Finlandia: il Prof. Melotti porta l’UniCusano in giro per il mondo

UniCusano

Il Professore dell’Università degli Studi Nicolò Cusano-Telematica Roma Marxiano Melotti, titolare della cattedra di Storia dei Processi formativi, Sociologia dell’Educazione e Sociologia del Turismo e del Patrimonio Culturale, riferirà in qualità di relatore in un ciclo di convegni che porteranno lui e la UniCusano in giro per il mondo, da Taiwan agli Usa e fino in Finlandia. Il primo intervento del Prof. Melotti si terrà a Taiwan il 5 di aprile con la relazione dal titolo: Cultural Heritage and Tourism: Maldives and the Challenge of Future. al convegno internazionale Tourism and the Shifting Values of Heritage, organizzato da UNESCO, University of Birmingham e University of Taipei Chiang-Kai Shek Memorial Hall, Taipei (5-11 aprile 2013)

Tema generale del convegno: che significato può avere in una società come la nostra (attraversata da profondi cambiamenti culturali e da vere e proprie fratture culturali) il concetto di “patrimonio culturale dell’umanità”? Che ruolo ha il turismo nella costruzione del patrimonio culturale? Il turismo può trasformare il patrimonio culturale?

La seconda tappa sarà Los Angeles (Usa) dove il Prof. Melotti parteciperà al convegno internazionale: From Earthly Pleasures to Princely Glories in the Medieval and Renaissance Worlds, organizzato dal Center for Medieval and Renaissance Studies di UCLA University of California, Los Angeles – UCLA (17-19 maggio).

La relazione del Prof. Melotti avrà il titolo: The “Liquid” Past: reinventing Middle Ages and Renaissance in Post-Modern Society.

L’intervento è dedicato al rapporto degli Italiani con il loro passato e, in particolare, con il Rinascimento (in occasione dei 500 anni del Principe di Machiavelli). In che modo l’Italia vive e reinventa il proprio Rinascimento? Quanto influiscono in questa re-invenzione fenomeni come il turismo, i mass-media, la globalizzazione e tutte quelle nuove realtà “liquide” che interconnettono cultura, mercato e divertimento (centri commerciali a tema storico, festival storici in costume, etc.)?

Il lusso, il made in Italy, l’Italian style come si collocano in questo processo? Possono essere considerati una forma di continuità con la cultura rinascimentale?

L’ultimo appuntamento vedrà il Prof. Melotti impegnato in Finlandia per un mini ciclo di tre conferenze:

  • L’isola delle Sirene. Capri tra mito, storia e archeologia. Istituto Italiano di Cultura e Società Dante Alighieri, Helsinki, 24 aprile.
  • conferenza Seductive Bodies: the Glamour of the Death between Myth and Archaeology. Museo della Scienza Eureka – Università di Helsinki, Helsinki, 25 aprile.
  • conferenza Inventing a Myth: Pompeii Bodies between Love and Death. Museo Vappriki – Università di Tampere, Tampere, 28 aprile.

Nel primo intervento protagonist sarà Capri, con la sua lunga e intrigante storia che affonda le radici in alcuni dei più affascinanti miti dell’antichità greca e romana: le Sirene e i viaggi di Ulisse. Anche su questa base Capri, già nel mondo antico, era conosciuta come l’isola delle Sirene. I primi imperatori romani vollero costruire sull’isola i loro palazzi estivi, dando inizio non solo alla storia turistica di Capri, ma probabilmente alla storia del turismo in Italia. Le ultime due conferenze, invece, sono dedicate al fascino che la morte esercita sul nostro immaginario e sul suo ruolo tanto nei processi di invenzione o reinvenzione del passato quanto nel successo di alcune pratiche come il turismo culturale e archeologico: le mummie egizie, le reliquie dei santi, i calchi delle vittime di Pompei, la casa di Cogne o la maschera dello zio Michele di Avetrana sono solo alcuni degli esempi di questo strano rapporto che lega morte, turismo e immaginario collettivo.

ufficiostampa@unicusano.it
cell. 393.9381586

UniCusano

L'UniCusano è una Università telematica che offre corsi di Laurea in Giurisprudenza, Economia, Scienze Politiche e Scienze della Formazione. Completa l'offerta formativa i Master di I livello, i Corsi di Perfezionamento e la Scuola di formazione aziendale. L'università dispone di un Campus di 16.000 mq con aule studio, aule corsi, palestre, spazi interni ed esterni. L'università Niccolò Cusano è anche Camera di Conciliazione. 

Tags: